La Nostra Terra

Le uve Agricoper hanno il sapore unico e inconfondibile della terra generosa che le nutre e le fa crescere. La vite ha trovato in Puglia le sue condizioni ideali di sviluppo e racconta, attraverso i suoi colori e profumi, l’essenza dell’anima mediterranea.

La terra rossa, arsa dal sole e generata dalla dissoluzione delle rocce calcaree, per la sua ricchezza di potassio e la povertà di sostanza organica costituisce un substrato privilegiato per la coltivazione di diverse varietà di uve.

Con la nostra uva si riesce a cogliere la forza della Puglia e della natura che si manifesta prepotente in un’unica ed inconfondibile esplosione di colori, sapori e profumi. Lievi declivi e dolci altopiani ospitano immense distese di vigneti cullati dai venti che continuano a levigare questa terra, redendola così bella, varia ed ospitale.

 

Il segreto delle nostre uve? Un’alleata unica e preziosa: la termica. 

Le Uve Agricoper si nutrono di luce, di mare e della fertile ricchezza dei terreni. Complice decisivo è l’escursione termica che con il suo fresco notturno e il vento diurno vigila sul perfetto equilibrio tra zuccheri, acidità e intensità aromatica.

Con il sorgere del sole, una fresca brezza sale dal mare verso la costa penetrando gradualmente verso l’interno. Questo meccanismo, noto con il nome di “brezza di mare” si genera a causa del differente riscaldamento tra la superficie marina e quella terrestre, comportando di conseguenza modificazioni locali dei valori di pressione nella colonna atmosferica sovrastante. Al contrario, con il sopraggiungere della sera, quando gli stati d’aria a contatto la terra si raffreddano più velocemente rispetto a quelli sopra le masse d’acqua, si innalza la corrente contraria, chiamata “brezza di terra” che solitamente è più debole.

In questo rincorrersi continuo, le uve si lasciano attraversare e accarezzare da questo vento che profuma di mare e che conferisce agli acini un sapore dolce con briose note saline.